fbpx

La Cantina di Monticello

Perchè e quando decantare il vino

La decantazione consiste nel travasare il vino molto delicatamente in una caraffa o in un decanter un metodo che alcuni ritengono indispensabile e altri decisamente dannoso

Decantare il vino significato

Nel mondo dell’enologia con il termine decantare il vino si intende procedere al trasferimento del contenuto di una bottiglia a un’altra. Di solito, si procede al trasferire il vino all’interno di un decanter, se invece si tratta di un vino meno prestigioso basta farlo decantare all’interno di una caraffa. La decantazione ha la proprietà di ossigenare i vini maturi e permette anche di eliminare i depositi e sedimenti che rimangono sul fondo della bottiglia e non all’interno del decanter.

Come decantare il vino

Come decantare il vino? La decantazione del vino viene svolta all’interno del decanter, ossia un contenitore apposito nel quale viene versato il vino al suo interno. Questo strumento permette di ossigenare il vino e di dividerlo dai sedimenti che potrebbero comprometterne la qualità. Di solito, si procede alla decantazione dei vini che sono invecchiati per un buon numero di anni e quindi hanno bisogno nuovamente di respirare per donare al degustatore tutte le sue proprietà aromatiche. Quindi per decantare il vino basta aprire la bottiglia e poi versarla attentamente all’interno del decanter e da questo infine versarne il contenuto nei bicchieri ai commensali.

Quanto decantare il vino

La decantazione del vino non deve essere abusata, si deve svolgere nel momento in cui il vino ha realmente la necessità di decantare. Infatti, ci sono alcuni vini che non tollerano la decantazione come quelli che hanno avuto una maturazione al di sopra dei vent’anni. In questo caso, è necessario procedere ad una decantazione differente e non si deve versare nell’immediato il contenuto della bottiglia al suo interno.

Ma quanto decantare il vino? Il tempo di decantazione dipende da tante caratteristiche ad esempio dal vitigno, dal tipo di vino, da quanto tempo ha maturato e dalla botte nella quale è stato lasciato maturare.

Tecnica di decantazione: prima di decantare un vino bisognerebbe lasciare la bottiglia in posizione verticale per almeno 24 ore affinché il deposito si raccolga sul fondo. Durante la decantazione il sedimento fuoriesce dalla bottiglia sottoforma di sottile filo scuro facilmente individuabile alla luce di una candela, in quel momento è il momento di interrompere il travaso così da lasciare i residui materiali nel fondo del vino.

Non hai un Decanter? Utilizza una caraffa in vetro, oppure stappa il vino, versane un bicchiere e lascia riposare la bottiglia aperta per un’ora circa prima di servirla. Il bicchiere versato farà scendere il livello di vino nella bottiglia, consentendo un’areazione completa anche attraverso il collo stretto della bottiglia stessa.

Un ultimo segreto? Anche se non hai mai utilizzato un Decanter, di sicuro hai ossigenato il vino ogni volta che lo hai assaporato. Come? Grazie al bicchiere! La struttura di un calice da vino è simile a quella di un Decanter, e svolge in piccolo le stesse funzioni dell’altro contenitore più stiloso. I vini più fragili e delicati possono essere decantati direttamente nel bicchiere: non preoccuparti quindi di travasarli o scaraffarli con troppo anticipo, basterà invitare gli ospiti ad attendere qualche istante prima di sorseggiare dal proprio calice.

Fonte: CantinaConforme

Tasto destro disabilitato!!!